Aspettando un’estate color porpora

Nel 1999 Steven Sater (drammaturgia e testi delle canzoni) e Duncan Sheik (compositore) scrivono a New York un musical, Spring Awakening, perché sanno che in cento anni molta superficie di repressione sociale e sessuale è cambiata, ma molta meno sostanza: i ragazzi giungono allo scoglio della propria espressione amorosa e sessuale illusi di saper tutto perché oggi tutta la comunicazione è sessualizzata: in realtà sanno poco, o nulla di sesso e amore, e si schiantano ancora contro quella primavera che ha molta paura di diventare la “Song of purple summer” dello speranzoso finale.

Daniele Martino, Aspettando un’estate color porpora, giornaledellamusica.it, 21 dicembre 2014

10834946_790489940986968_3779401556499763346_o

http://www.giornaledellamusica.it/blog/?b=493

http://video.corriere.it/spring-awakening-anteprima-video/c3c6dde8-5e88-11e4-9933-2a5a253459da