malinconiche stagioni

Max Richter, compositore inglese che ha scritto musica meravigliosa anche per la danza contemporanea e per il cinema (Deutsche Grammophon gli ha appena dedicato Retrospective, un sontuoso cofanetto che ne ripercorre la carriera), ha osato l’impensabile: come diavolo si può tentare di “ricomporre” le Quattro stagioni di Antonio Vivaldi? Il pezzo più popolare in assoluto della musica classica con il Bolero di Ravel? Insieme al violinista Daniel Hope, suo collaboratore affiatatissimo negli ultimi anni, Richter ci ha stupito, emozionato con una infinita, malinconica suite di reinvenzioni.

Daniele Martino, “Malinconiche stagioni”, in “il giornale della musica n.316, luglio-agosto 2014

Max Richter
Max Richter

 
http://www.giornaledellamusica.it/edicola/?id=116562