«The truth has no temperature»

REINER: Are you really that cold?
MALKINA: The truth has no temperature.

Ridley Scott, The Counselor (2013) con Javier Bardem e Cameron Diaz, sceneggiatura di Cormac McCarthy

I have no wish to paint the world in colors more somber than those it wears, but as the world gives way to darkness it becomes more and more difficult to dismiss the understanding that the world is in fact oneself. It is a thing which you have created, no more, no less. And when you cease to be so will the world. There will be other worlds. Of course. But they are the worlds of other men and your understanding of them was never more than an illusion anyway. Your world– the only one that matters– will be gone. And it will never come again.
Cormac McCarthy sulla sua sceneggiatura

http://www.doppiozero.com/materiali/odeon/ridley-scott-counselor

«Il racconto non esiste, in questa classicità che supera il postmoderno; a contare è l’origine di una storia, le implicazioni su figure fragili e spaventate che credono di controllare il destino e finiscono umiliate.
«È una cosa che hai creato tu, né più né meno», dice ancora il Jefe all’avvocato che ha visto fallire il suo piano criminale, «e quando tu smetti di esistere il mondo fa lo stesso». L’apocalisse, al cinema, è  l’impossibilità di una trama che si infrange contro il male del mondo, l’illusione di un progetto individuale che nemmeno ha diritto di esistere, così insignificante, all’interno di un meccanismo infinitamente complesso, da non meritare di essere raccontata».

Roberto Manassero, Ridley Scott. The Counselor: http://www.doppiozero.com/materiali/odeon/ridley-scott-counselor#.UteoaMlVyrI.twitter