«Avrei dovuto cominciare a cercare da domani, pensavo»

Sí sí sí, proprio cosí. La giovinezza deve andarsene, oh sí. Ma la giovinezza è un po’ come essere un animale. No, non proprio come un animale ma come uno di quei migni giocattoli che vendono per le strade, tipo dei piccoli martini fatti di latta e con una molla dentro e una chiavetta fuori e tu lo carichi trrr trrr trrr e quello pistona via, tipo camminando, O fratelli miei. Ma cammina in linea retta e va a sbattere contro le cose, sbam, e non può farne a meno. Essere giovani è come essere una di queste migne macchinette.
Mio figlio, mio figlio, avrei spiegato tutto questo a mio figlio, quando fosse stato abbastanza bigio da capire.

Ma prima di tutto, fratelli, c’era questa trucca di trovare qualche mammola che volesse fare da madre a questo figlio. Avrei dovuto cominciare a cercare da domani, pensavo. Era tipo aver qualcosa di nuovo da fare. Era qualcosa in cui dovevo mettermi subito, un nuovo capitolo che cominciava.

Anthony Burgess, Arancia meccanica (1962, traduzione di Floriana Bossi)

aclockworkorange4

Stanley Kubrick, A Clockwork Orange (1971)