«Non essere mai! più nulla»

Era Odisseo: lo riportava il mare
alla sua dea: lo riportava morto
alla Nasconditrice solitaria,
all’isola deserta che frondeggia
nell’ombelico dell’eterno mare.
Nudo tornava chi rigò di pianto
le vesti eterne che la dea gli dava;
bianco e tremante nella morte ancora,
che l’immortale gioventù non volle.
Ed ella avvolse l’uomo nella nube
dei suoi capelli; ed ululò sul flutto
sterile, dove non l’udia nessuno:
– Non essere mai! non essere mai! più nulla,
ma meno morte, che non essere più! –

Giovanni Pascoli, Poemi convivivali, XXIV. Calypso

Arnold Böcklin, Odysseus und Kalypso
Arnold Böcklin, Odysseus und Kalypso