«Come un mattino italiano di primavera dopo la pioggia»

Jean Marie Farina, emigrato in Germania,  inventò e commercializzò una fragranza che denominò “Eau de Cologne”.
Nel 1708  descrisse così il suo profumo in una lettera al fratello:
«Il mio profumo è come un mattino italiano di primavera dopo la pioggia: ricorda le arance, i limoni, i pompelmi, i bergamotti, i cedri, i fiori e le erbe aromatiche della mia terra. Mi rinfresca e stimola sensi e fantasia»
4711 era il numero civico della via della sua bottega.

Eau_de_Cologne_1280470 220px-1811-Rosoli-Flacon