«v’è un silenzio gelido, mortal, v’è un silenzio»

In quelle trine morbide…
nell’alcova dorata v’è un silenzio
gelido, mortal, v’è un silenzio,
un freddo che m’agghiaccia!
Ed io che m’ero avvezza
a una carezza voluttuosa
di labbra ardenti e d’infuocate braccia…
or ho tutt’altra cosa!

Giacomo Puccini, Manon Lescaut