«La relazione amorosa è sempre un’infanzia ritrovata»

La relazione amorosa per esistere ha bisogno di una presenza corpo a corpo, faccia a faccia, memoria a memoria.
La relazione amorosa è indissociabile dal racconto, ne ha bisogno per strutturarsi e per prendere forma. Nel momento in cui l’innamorato racconta – e si racconta – la propria storia d’amore, sfugge agli schemi che gli sono stati inculcati dalla società. Inizia a parlare diversamente, s’investe nel linguaggio che diventa vivo. La relazione amorosa, quando non è solo sessuale, è uno scambio di parole e di narrazioni in cui l’individuo ritrova la propria infanzia. La relazione amorosa è sempre un’infanzia ritrovata. Si ridiventa bambini e si ridiventa adulti ad ogni relazione.

Julia Kristeva, intervistata da Fabio Gambaro di “Repubblica” (29 maggio 2012) a proposito di Storie d’amore (Donzelli)

 

photo Richard Dumas