l’amore non ha una matematica

purtroppo non si smette mai di amare, se l’amore viene spezzato dall’altro: questa è la crudeltà più grande di chi abbandona senza empatia, crudeltà che non dobbiamo perdonare

molto spesso siamo vittima espiatoria per l’evoluzione degli altri: alla nostra evoluzione non serve essere immolati

le nostre insicurezze in amore diventano irrequietezze: si è gelosi quando si è infedeli; ATTACCAMENTO
VELENO
l’altra faccia dell’amore

l’amore non ha una matematica

non dobbiamo amare il passato, né il futuro: un forte vento nuovo spazza via

non dobbiamo amare la sofferenza, cullarcela; la sofferenza è il male del mondo, serve se ci insegna a evitarla; a volte la culliamo come un figlio piccolino, perché la sofferenza è partorita dal nostro ventre oscuro; va abbandonata appena nata; ma poiché è ciò che conosciamo meglio, ci affezioniamo ad essa; ci cambia bene se la superiamo, ci cambia male se ce la teniamo nell’album dei fantasmi

solo quello che stiamo vivendo è vero: il presente è la sola cosa vera

facciamo le nostre scelte:
molto spesso noi siamo abbandonati da chi ha capito che NOI non lo stimiamo più: siamo NOI che abbandoniamo, perché siamo ormai più evoluti di chi, deluso da sé, ci lascia. ERAVAMO IL SUO SPECCHIO e lui non poteva sopportare di vedersi incompiuto guardandosi dentro di noi

l’amore inclusivo è distruttivo
se proteggi, vieni rinnegato
se sei protetta, scappi ottenuto il vantaggio
se sei invidioso delle realizzazioni di chi pensi di amare, lo soffochi temendo che ti sfugga
se non sei sincera, ti mentiranno i fatti

non si deve perdere la testa, e non si deve dimenticare il corpo:
empatia
tenerezza
sincerità
libertà
energia erotica dei corpi
nessuna vana promessa
nessun futuro ingabbiato da patetici contratti
oppure soli

lasciandoci, dicono di soffrire: “Non ce la faccio a stare con te, non riesco a farti felice”
ma ciò che reiterano è il loro eterno lasciarsi all’infelicità che fabbricano con le loro menti infelici